Home Tradizioni, Feste&Eventi CASTIGLIONE DI GARFAGNANA: DOMENICA 5 GENNAIO 2014 SI È RINNOVATA LA SECOLARE FESTA DEL REGALO.
CASTIGLIONE DI GARFAGNANA: DOMENICA 5 GENNAIO 2014 SI È RINNOVATA LA SECOLARE FESTA DEL REGALO. PDF Stampa E-mail
Scritto da Administrator   
Sabato 18 Gennaio 2014 21:03

Sono passati quasi quattro secoli e la tradizione continua. Così come promesso con un voto alla Madonna, per ringraziare dello scampato pericolo da una terribile pestilenza, dal 1631 ogni prima domenica dell’anno un bambino di Castiglione di età inferiore ai 6 anni, porta in dono a Gesù Bambino oro, incenso e mirra.

Il cerimoniale inizia in comune nella sala del Sindaco che cede simbolicamente per un giorno, il ruolo di primo cittadino al bambino prescelto. Circondato dalle autorità, dai componenti del consiglio comunale e personaggi in costume storico, il piccolo festeggiato seduto sulla sedia del Sindaco, assiste assieme ai presenti alla lettura da parte del Vicario dell’Editto del Parlamento di Castiglione risalente al Gennaio 1631, nel quale sono riportate tutte le indicazioni che la popolazione castiglionese dovrà seguire per adempiere al voto.

Quest’anno il bambino prescelto è stato Michele Folegnani di quattro anni e mezzo che assieme ai genitori Laura e Stefano ed alla sorella Debora, ha seguito tutto il lungo cerimoniale con compostezza ed ovviamente la spensieratezza che rende speciali tutti i bambini della sua età. A causa dell’incessante pioggia che non ha smesso un minuto per l’intera mattinata, la Filarmonica Alpina ha accolto con la sua musica nell’atrio del palazzo comunale, il corteo composto da Michele per mano al Sindaco Francesco Giuntini, i genitori e familiari, i consiglieri comunali e le autorità. Da lì il corteo si è diretto nella Chiesa di S. Michele dove è stata celebrata la santa messa durante la quale, il bambino assieme al Sindaco ed al parroco Don Giovanni Grassi, ha consegnato il “Regalo” su un antico vassoio, all’altare della Madonna con Gesù Bambino.

La cerimonia rappresenta una delle tradizioni castiglionesi più sentite ed anche quest’anno è stata caratterizzata dalla grande partecipazione della comunità paesana che si è stretta attorno al piccolo Michele.

Al termine della messa, appuntamento in sala musica per il rinfresco offerto dall’amministrazione comunale, con il tradizionale rito del “cirindomine” che vede il bambino girare tra i presenti con un cappellino dove ciascuno pone un piccolo dono per ringraziarlo.

La festa è proseguita nel pomeriggio con il rinfresco offerto dalla famiglia del bambino, allietato ancora una volta dalla musica della Filarmonica Alpina, al quale partecipa tutto il paese in un clima di gioiosa festività per la storica ricorrenza.

alt

alt

(Foto di Alessia Cecconi)

Ultimo aggiornamento Sabato 18 Gennaio 2014 22:42