Home Sport News ATLETICO CASTIGLIONE: SUPERPAGELLONE DI FINE ANNO 2009/10
ATLETICO CASTIGLIONE: SUPERPAGELLONE DI FINE ANNO 2009/10 PDF Stampa E-mail
Scritto da Marco Togneri   
Domenica 12 Settembre 2010 21:45

Il Super Pagellone del campionato 2009/2010 dell’Atletico Castiglione…a cura di Ziliani.

 

Siamo ormai all’inizio del nuovo campionato amatoriale; alla fine di quello dello scorso anno l’ormai mitico “Ziliani di Castion” aveva diligentemente redatto il Super Pagellone di fine anno… non c’è stata occasione per presentare pubblicamente quindi rimediamo inserendole oggi nel nostro sito… in attesa delle avventure dell’Atletico Castiglione nell’imminente nuova stagione, divertitevi a rileggervi i goliardici giudizi di Ziliani sul campionato 2009/2010.

Purtroppo per un problema tecnico non siamo riusciti ad inserire le tabelle di valutazione preparate da Ziliani; potete però scaricare l’intero documento in word comprese le tabelle, nella sezione DOWNLOAD del sito (in alto nella barra orizzontale nera) alla quale potrete velocemente accedere anche cliccando su questo link:

 http://www.castiglionenews.it/index.php?option=com_phocadownload&view=sections&Itemid=86

ATLETICO  CASTIGLIONE: 7

 

Purtroppo anche quest’anno il Castiglione non è riuscito a superare lo scoglio dei quarti di finale venendo nuovamente eliminato con un doppio 0 a 1, ma questo non può certo sminuire una stagione giocata a buon livello da parte di tutti i ragazzi. Infatti l’anno calcistico era partito sotto i migliori auspici con una classifica che faceva sognare rimanendo a lungo la terza forza del campionato. Poi piano piano la squadra è calata di tono mentre le altre si sono fatte molto più agguerrite, arrivando così ad acciuffare i Play-off proprio per i capelli… Ma risultato finale a parte quello che ha fatto piacere è stato l’atteggiamento che la squadra ha tenuto per tutta la stagione mostrando sempre un gioco molto piacevole anche per il pubblico.   

 

 

 

BARFUCCI  DARIO:

 

 

VALUTAZIONE FINALE:  6,5 . Alla fine riesce ad ottenere una sufficienza tutto sommato  meritata, nella prima parte della stagione gioca con regolarità mettendo in mostra tutte la qualità (e non) evidenziate nella scheda, poi le sue apparizioni diventano sempre più rare rendendo difficile anche un giudizio più completo. Visto che in campo la sua qualità migliore sta nelle chiusure difensive, l’aggettivo non può essere che: USCIERE.

 

 

BECHELLI FLAVIO:

 

 

VALUTAZIONE FINALE: S.V. Impossibile dare un giudizio come giocatore viste la rarissime presenze sul rettangolo di gioco, quindi le valutazioni si basano più su quello che ha dimostrato nelle stagioni scorse, che su quello che ha realmente dimostrato quest’anno. Anche se non è riuscito a giocare molto, gli va dato atto di non aver mai mollato nonostante le caviglie non la facessero finita di fargli male, ed in più ha sostituito Ziliani quando questi era assente. DISPONIBILE.       

 

 

BERTUCCI  ALBERTO:

 

 

VALUTAZIONE FINALE: 6,5.  La sua è stata senza ombra di dubbio una buona stagione giocando con sicurezza sia da esterno che da centrale, peccato solamente per qualche amnesia di troppo che ha macchiato alcune prestazioni. Da encomio la sua costanza che lo ha portato ad essere il più presente della squadra collezionando una sola assenza. ASSIDUO.  

 

 

BIAGIONI ROBERTO

 

 

VALUTAZIONE FINALE: S.V.. In verità aveva attaccato le scarpette al fatidico chiodo, ma in una giornata dove la “moria” di giocatori è stata fuori dalla norma è stato richiamato all’ordine ed ha risposto presente, dimostrando che su “Biagio” ci si può sempre contare. AFFIDABILE.

 

FILIPPI ALESSANDRO

 

 

VALUTAZIONE FINALE: 6. Anche per “Presina” la valutazione si basa solo su poche presenze, ma se si esclude Pontecosi dove ha avuto alcune “difficoltà”, le altre partite sono andate molto bene. Per l’aggettivo finale visto l’abbigliamento che utilizza negli allenamenti mi sembra appropriato; DOMOPAK.  

 

 

FOLEGNANI STEFANO

 

 

VALUTAZIONE FINALE: 7,5. Se si escludono un paio di partite, ha giocato una stagione ad altissimo livello dimostrando (se ce ne fosse stato bisogno) tutte le sue qualità, ma soprattutto è un esempio per i più giovani, visto che riesce a dare le paghe a ragazzi che hanno “parecchi” anni meno lui…Peccato che non riesce a collezionare molte presenze anche per la passione che ha per i funghi, quindi mi sembra inevitabile; GRIFONE.

 

 

 

FREDIANI GIOVANNI

 

 

VALUTAZIONE FINALE: 6,5.  Nella prima parte della stagione alterna partite positive ad altre meno, poi nel finale trova una regolarità molto buona che gli fa ottenere una sufficienza piena, e visto che anche lui con la carta d’identità ha qualche “problema” vale doppio, ma nonostante questo non si è mai disunito nemmeno quando si è trovato davanti dei giovanotti di belle speranze, riuscendo a limitarne l’azione. Il tutto grazie anche ad un fisico sempre possente; BRONZO.

 

 

GENTOSI ANDREA

 

 

VALUTAZIONE FINALE: 8,5. Anche quest’anno il “cencio” a difeso la porta del Castiglione in maniera veramente impeccabile, dove i colpi a vuoto si sono contati sulla dita di una mano. E’ stato concentrato per tutta la stagione senza mai accusare cali, né di tensione né fisici, e in più durante gli allenamenti ha sempre aiutato a migliorare il “buon presina”, quindi: CHIOCCIA.

 

 

GIROLAMI GABRIELE

 

 

VALUTAZIONE FINALE: S.V. Gioca le prime 4 partite, poi lascia per fare il salto di categoria. Nelle apparizioni Castiglionesi si ricordano numeri strepitosi ad altri sconcertanti, il classico giocatore da tutto o niente. Però ha dimostrato di non dimenticare chi gli è stato vicino in questi anni, tornando spesso ad allenarsi con i “vecchi” compagni di squadra. Per i tifosi è stato un vero e proprio idolo, anche se purtroppo è durato poco. BENIAMINO.

 

LUCCHESI NICO

 

 

VALUTAZIONE FINALE: 6,5. Gioca le prime partite della stagione come centravanti, comportandosi in maniera egregia ma senza mai trovare lo spunto vincente. Nella seconda parte invece si posiziona libero e in questo ruolo riesce ad esprimersi meglio e in maniera più convincente “guidando” i compagni di reparto come fosse in pista. Insomma, un giocatore “da bosco e da riviera”, che ovunque lo metti da il suo contributo. Vista la sua particolare attitudine a guidare…( la difesa) …PILOTA. 

 

 

LUCCHESI PIER DINO

 

 

VALUTAZIONE FINALE: 6,5.  La sua annata può essere definita in chiaro scuro, vista la differenza che c’è stata tra alcune prestazioni rispetto ad altre, comunque non si tira mai indietro dando il suo contributo alla squadra. Ottimo nel mettere a frutto tutta la sua esperienza, un po’ meno nell’inseguire l’avversario in velocità…D’altronde non si può avere tutto!!! Comunque, visto la condizione atletica che si ritrova se riesce a migliorare alcuni dettagli il futuro è suo… RAGAZZO.

 

 

LUPETTI ALESSANDRO

 

 

VALUTAZIONE FINALE: 7,5. Finalmente quest’anno può giocare in marcatura, che per lui è un  ruolo più congeniale e la differenza si vede fin dalle prime partite, dove oltre a mostrare tutta la sua potenza, si mette in luce anche per la rapidità negli anticipi. Insomma in campo è come un rapace che una volta catturata la preda non la molla più. PREDATORE.

 

 

LUPETTI LORENZO

 

 

VALUTAZIONE FINALE: 8,5.  E’ partito a fari spenti come solo i grandi  del calcio sanno fare. Anche “Lupo I”, nonostante che i “quotidiani sportivi locali” non lo mettevano mai nella formazione di partenza, è emerso lentamente ma in maniera perentoria. E così zitto zitto è diventato una colonna portante della squadra, giocando un girone di ritorno semplicemente superlativo. Un unico grande neo, lo zero nella casella reti segnate, peccato. Vista la sua capacità di far girare palla, gambe e all’avversario anche qualcos’altro… direi …TROTTOLA.

 

 

MARCHIONE GIANCARLO

 

 

VALUTAZIONE FINALE: 9,5  Iniziare dalla fine sarebbe ingiusto, quindi non è bello che la sua stagione venga ricordata solo per il rigore sbagliato nella partita di ritorno contro i Diavoli Rossi, anche se questi di fatto avrebbe riaperto il discorso qualificazione, perché un episodio non può macchiare un’ annata straordinaria. Purtroppo non riesce ad allenarsi regolarmente per piccoli guai fisici, ma nonostante questo il sabato non manca mai, dando alla squadra quel tasso tecnico in più che solo pochi giocatori riescono a fare. Impossibile dimenticare l’Eurogol a Filicaia contro il Poggio, dove da distanza siderale lascia partire un fendente di rarissima potenza e precisione. Vista la sua particolare capacità nel lanciare “siluri” trovo giusto; SOMMERGIBILISTA.  

  

 

MARTINELLI MATTEO

 

 

VALUTAZIONE FINALE: 6,5  Dopo un anno trascorso in “tribuna” per problemi fisici, torna finalmente a disposizione del mister con una certa regolarità, e ogni qual volta  è entrato in campo ha dimostrato di essere un difensore di sicuro affidamento. In poche parole uno che non ci va tanto per il sottile facendo vedere di saper ribattere colpo su colpo all’avversario che si trova di fronte, ma sempre con un’eleganza molto accentuata che lo contraddistingue. AIRONE.       

 

 

PANZANI CRISTIAN

 

 

VALUTAZIONE FINALE: 9  Alla fine è lui  il capocannoniere della squadra, e di certo non è poco vista anche la lunghissima assenza del suo gemello del gol Federico, ma lui si e preso sulle spalle tutta la responsabilità dell’attacco con molta caparbietà, dimostrando di essere un’attaccante di razza a tutti gli effetti. Dallo stile e dalla velocità di come si insinua nella metà campo avversaria dimostra di essere veramente un; PUROSANGUE.

 

 

PIAGENTINI DAVIDE

 

 

VALUTAZIONE FINALE:S.V.  Impossibile da giudicare vista l’unica apparizione sul rettangolo di gioco, ma purtroppo il popolare “sette” non riesce ad allenarsi bene e questo ne pregiudica tutta la sua valutazione. Comunque quel poco che ha fatto vedere negli allenamenti (anche grazie ad alcune similitudini non prettamente tecniche, tipo; “riccioli”e “pancetta”) pareva di giocare insieme a; RONALDO.

 

 

RAFFAELLI NICOLA

 

 

VALUTAZIONE FINALE: 6  Non colleziona moltissime presenze, e non sempre quando ha l’occasione di giocare la sfrutta pienamente. Le prestazioni migliori le fa quando parte dalla panchina, e comunque, tanto per non perdere il vizio qualche “golletto” lo ha segnato anche quest’anno. D'altronde vive l’area di rigore come fosse casa sua, fiutando l’occasione da gol per sferrare la zampata vincente; LEONE.

 

 

ROSSI ANTONIO

 

 

VALUTAZIONE FINALE: S.V. Colleziona pochissime presenze, e così a metà stagione scende di categoria per giocare un po’ di più. Che dire, di “Toni” ormai sappiamo tutto come del suo modo di difendere la propria area di rigore, mostrando a chi gli si avvicina tutta la sua rabbia agonistica; PIT-BULL.

 

 

TAGLIASACCHI FEDERICO

 

 

VALUTAZIONE FINALE: 6,5  Di fatto gioca solamente le prime due partite, dove al termine della seconda si procura un infortunio molto serio alla spalla che lo riporterà sui campi da gioco solo nel finale di stagione, ma ormai è troppo tardi e le prestazioni non hanno più nulla a che vedere con quelle viste ad inizio campionato, dove aveva dimostrato di che pasta è fatto. Bene; è giovane, veloce, imprendibile per i “nemici” e coraggioso, tutte caratteristiche che lo accomunano ad INDIANA JONES.  

 

 

TAGLIASACCHI LUCA

 

 

VALUTAZIONE FINALE:6,5   In campo lotta e sgomita senza mai tirarsi indietro, e anche se l’età non è più verdissima risulta sempre tra i migliori dei suoi. Come faccia è per tutti un mistero, si sposta da un continente all’altro come niente fosse, se rimane in zona affronta dei venerdì sera “impegnativi”, e in più subisce un infortunio alla coscia che sembrava dovesse lasciarlo fuori per il resto della stagione. Niente da fare, nemmeno tutto questo riesce a fermarlo. IRON MAN.

 

 

TAGLIASACCHI TIZIANO

 

 

VALUTAZIONE FINALE:7,5  E’ sempre lo straordinario giocatore di sempre, peccato per una serie di infortuni che gli hanno pregiudicato parte della stagione, ma ogni volta è rientrato più forte di prima. In campo oltre ad un elevato tasso tecnico mette anche moltissima grinta, ed anche quando è sulla lista degli indisponibili si reca ugualmente agli allenamenti per incitare i compagni, atteggiamento da vero capitano oltre che da; PSICOLOGO.

 

 

TOGNERI ALESSANDRO

 

 

VALUTAZIONE FINALE:7  Buona stagione per il “Togne II” anche se per una serie di motivi non è mai riuscito ad avere la regolarità di cui avrebbe avuto bisogno, pagando dazio nei minuti finali delle partite. Ma come succede spesso, dove non si arriva con la forza ci si arriva con il cuore, e lui in questo è stato molto bravo; BRAVEHEART.

 

 

TOGNERI ANDREA

 

 

VALUTAZIONE FINALE:6  Non gioca molto, ma quando lo fa se si escludono un paio di partite, lo fa bene, sfruttando le sue doti da centometrista che possono mettere in difficoltà chiunque, ma in primavera rallenta un attimo per terminare gli studi. Visto la chioma bionda a riccioli, la passione per la velocità (anche se calcistica), gli mancherebbe solo il numero 46 sulla “carena”, ma da ora in poi non il titolo; THE DOCTOR.

 

 

TURRI RAFFAELLO

 

 

VALUTAZIONE FINALE:7,5  Ha il merito di conquistare per il secondo anno consecutivo la settima posizione in campionato, che è anche l’ultimo posto utile per l’accesso ai Play-off, ma come l’anno scorso anche il demerito di non riuscire a passare il turno fermandosi così ai quarti di finale. Come mister segue i ragazzi come meglio non si può, anche se loro non sempre ripagano con la stessa moneta, ma penso che questo sia dovuto a tutte quelle ripetute sugli ottocento metri che gli “impone” di fare…CRUDELE.  

 

 

TIFOSI

 

 

VALUTAZIONE FINALE:8  Direi che anche i tifosi sono stati sono stati all’altezza della situazione, sostenendo sempre i propri “beniamini” (esageriamo vai…) in ogni circostanza. Manca una vera e propria “curva ultras”, ma dopo aver visto all’opera quella dei Diavoli Neri direi sia meglio così, anzi molto meglio…Scherzi a parte, credo che un applauso vada a tutti coloro che con passione e zelo hanno sempre seguito le vicende calcistiche Castiglionesi.

 

 

Ultimo aggiornamento Lunedì 13 Settembre 2010 18:51