Home Sport News AMATORI CASTELNUOVO – ATLETICO CASTIGLIONE 0 - 1
AMATORI CASTELNUOVO – ATLETICO CASTIGLIONE 0 - 1 PDF Stampa E-mail
Scritto da Marco Togneri   
Mercoledì 16 Dicembre 2009 18:42

           AMATORI CASTELNUOVO – ATLETICO CASTIGLIONE  0 - 1

 

Sbloccano la sfortunata serie di risultati negativi i ragazzi di mister Turri, il quale, sempre sotto silenzio stampa, appare visibilmente orgoglioso di loro; in una giornata fredda ma intensa non  mancano i tifosi e le tifose a tenere alto  il morale dei ragazzi!

 

 

LA SQUADRA:

IL MISTER:

ATLETICO CASTIGLIONE: 6,5 Non è stata certamente una delle migliori prestazioni, ma ad entrambe le squadre mancavano troppi giocatori per poter mostrare un gioco migliore. Nel primo tempo ha controllato il match senza patemi d’animo grazie anche al ritmo partita molto basso, poi nella ripresa il Castelnuovo ha iniziato a spingere creando un paio di occasioni da rete ma nulla più. Il Castiglione si è allungato ma non disunito, riuscendo ad arrivare vicino al gol in più di una volta, fino al sigillo del “Fole” che porta i due punti in quel di castiglione, che ne ha anche un gran bisogno.

 

TURRI: 7 “Fello” ormai più che un’allenatore è diventato un alchimista, questa volta possiamo dire che la magia di trasformare il metallo comune in oro gli è riuscita. Ogni sabato si ritrova con massimo due persone in panchina (che spesso non stanno bene fisicamente) e a dover mescolare anche i ruoli dei pochi che ha disposizione, centrocampisti che fanno gli attaccanti, attaccanti che fanno il libero e così via, comunque ha tenuto in campo una squadra che a lottato e c’e l’ha messa tutta fino alla fine, e il risultato lo dimostra.

 

 

 

 

IL MIGLIORE: FOLEGNANI, 7,5: Parte fortissimo lottando su tutto il fronte d’attacco, poi la squadra si allunga e non trova più molti rifornimenti da dietro, ma è prontissimo nello scaraventare in rete sulla respinta del portiere. INDOMABILE.

 

 

(TOGNERI ANDREA, S.V. Entra nei minuti finali per difendere il gol di vantaggio.)

GENTOSI, 7: E’ poco impegnato nella prima frazione di gioco, ma nella ripresa si esalta compiendo due strepitose parate che tengono in partita la squadra, graziato dalla traversa su un calcio piazzato su cui non ci sarebbe arrivato. REATTIVO.

LUCCHESI NICO, 6: Si ritrova difensore centrale in questa improvvisata difesa, ma svolge ugualmente un lavoro apprezzabile. ONESTO.

TAGLIASACCHI TIZIANO, 6,5: Anche lui oggi è costretto a giocare dietro, ma il “Titti” dove lo metti lo metti, il suo rendimento è sempre all’altezza della situazione. TUTTOFARE.

MARTINELLI, 6: Si prende in consegna la punta avversaria faticando soprattutto nel prima parte di gara, comunque non lo molla mai ed alla fine lo lascia a secco. TENACE.

(FREDIANI, S.V. Entra nel finale con il Castelnuovo che tenta il tutto per tutto, mostrandosi un po’ incerto in alcune circostanze.)

BERTUCCI, 6,5: Dimostra fin da subito di avere il “piede caldo” con alcuni cross e

dribbling di ottima fattura, ma il campo stretto non facilita il gioco sulle fasce rimanendo

così troppo isolato. EMARGINATO.

LUCCHESI PIER DINO, 6: Non sempre è reattivo come ci si aspetti, comunque riesce a rendersi pericoloso in più di un’occasione. MINA

MARCHIONE, 6,5: Sbaglia qualche lancio di troppo, ma finalmente si è rivisto un gioco palla a terra e triangolazioni strette che era un po’ che mancavano. Propizia anche il gol con un bolide che lascia partire dai 30 metri. DINAMITE

TOGNERI ALESSANDRO, 7: Parte molto bene con dei bei dialoghi insieme agli altri centrocampisti, nella ripresa è meno incisivo ma sempre pronto sia nel chiudere che nel costruire gioco. ARCHITETTO.

LUPETTI LORENZO, 6,5: E’meno preciso che in altre occasioni e non sempre riesce a impostare l’azione come vorrebbe, ma il suo movimento crea sempre scompiglio. DINAMICO.

PANZANI, 7: Non è incisivo come in altre partite, ma chi se lo trova davanti non può mai stare tranquillo perché qualcosa riesce sempre ad inventarsi. Spettacolare girata di testa che va a infrangersi sulla traversa. ARCHIMEDE.

 

ARBITRO, 4: Per carità si parla sempre di amatori, ma questo di calcio e di come si gestisce una partita non ci capisce veramente nulla, sbagliando praticamente tutto. Non che volesse favorire l’una o l’altra squadra, anzi, ha commesso errori a raffica perchè incapace.

 

TIFOSI, 9: Come scriverebbero i più autorevoli rotocalchi “ i tifosi hanno seguito in massa la propria squadra del cuore”, si può dire che domenica è andata veramente così, dove nonostante il freddo pungente moltissimi hanno scelto il campo sportivo alla più comoda poltrona di casa con tanto di caminetto acceso e televisore sintonizzato sulla pay-tv.           

 

Ultimo aggiornamento Giovedì 24 Dicembre 2009 21:53