Home Sport News ATLETICO CASTIGLIONE – POGGIO 2-1
ATLETICO CASTIGLIONE – POGGIO 2-1 PDF Stampa E-mail
Scritto da Marco Togneri   
Lunedì 02 Novembre 2009 18:42

                           ATLETICO CASTIGLIONE – POGGIO 2 - 1

Bella partita al Sisti  Barfucci per i ragazzi di mister Turri che vincono meritatamente sbloccando la classifica. 

 

ATLETICO CASTIGLIONE, 7: Il Castiglione affronta il quotato Poggio privo di moltissimi giocatori, ma a differenza di sabato scorso dove la squadra non giocò con il piglio giusto, questa volta i ragazzi di Turri hanno sciorinato una prestazione di tutto rispetto mostrando di che pasta sono fatti. Questo significa che la rosa del Castiglione è veramente valida e che non esistono seconde linee, a patto di entrare in campo con la giusta determinazione.

 

FILIPPI, 6,5: All’esordio stagionale non si fa prendere dall’emozione, ma anzi tira fuori una performance di tutto rispetto. GATTO.

FREDIANI, 6: Gioca con ordine senza mai prendere rischi inutili, dimostrandosi sempre all’altezza della situazione. EFFICACE.

(ROSSI, S.V. Entra e ci mette da subito la sua proverbiale grinta, va in difficoltà nel finale quando il Poggio sale con tutti gli effettivi.)

BARFUCCI, 7: Compie una grande chiusura nel primo tempo, ma in tutta la partita non ha mai dato segni di cedimento. PILASTRO.

LUPETTI ALESSANDRO, 7: Fa una grande partita, e dove c’è lui non si passa, di testa o di piede non fa differenza sbrogliando tutte le situazioni. GRANITICO.

TAGLIASACCHI LUCA, 6: Gioca come esterno di una difesa schierata a quattro avendo solo compiti difensivi, ma anche da qui non si passa. GUARDIANO.

BERTUCCI, 7,5: E’ la sua miglior partita da quando gioca “all’ombra della Brunella” dove finalmente si propone spesso in avanti mettendo in difficoltà gli avversari. Bellissima la girata al volo che si infila al sette. ARREMBANTE.

LUPETTI LORENZO, 6: Come al solito è il centrocampista che corre più di tutti e questa è senza dubbio un segno positivo, ma quest’oggi è stato troppo impreciso. POLMONE.

TOGNERI ALESSANDRO, 6: Non ha ancora il ritmo partita, ma gioca con ordine disegnando sempre buone geometrie a centrocampo. PITTORE.

(LUCCHESI NICO, 6: Con lui in campo il baricentro della squadra viene spostato più in avanti, e riesce ad aumentare la pericolosità offensiva, efficace anche nel finale quando c’è da chiudere gli spazi, pregevole per un controllo e tiro dalla distanza. GENEROSO.) 

MARCHIONE, 6,5: E’ al rientro dal primo minuto dopo un lungo stop, ma gioca un match molto intenso sacrificandosi molto anche in copertura, effettua qualche lancio impreciso ma per ora va bene così. TORO.

TOGNERI ANDREA, 6,5: Gioca i primi venti minuti facendo scatti in serie, poi si calma e riesce a mettere qualche cross, non si fa sorprendere quando l’avversario sale. FRECCIA.

(MARTINELLI, S.V. Gioca i minuti finali controllando bene gli avversari.)

PANZANI, 6,5: Deve sostenere tutto l’attacco da solo e vista anche la sua precaria condizione fisica più di così proprio non poteva fare, lotta su tutti i palloni senza arrendersi mai. ATTILA.

(RAFFAELLI, 7: Entra e segna il gol del raddoppio, cosa chiedergli di più? CECCHINO.)

 

TURRI, 8: Ridisegna completamente la squadra con un modulo molto più accorto, e grazie alla maggiore libertà che avevano gli esterni la manovra è risultata meno prevedibile che in altre circostanze. E’ stato determinante anche l’approccio mentale con cui è stata affrontata questa partita a fare la differenza, con l’unico neo di continuare a prendere gol, ma su questo c’è ancora una settimana di tempo per lavorarci sopra prima di affrontare i temibili Diavoli Neri.

 

ARBITRO, 6,5: Partita corretta e quindi facile da arbitrare senza casi di particolare rilevanza, anche se sbaglia due fuorigioco, uno per parte, abbastanza clamorosi. Incredibile quello fischiato al Castiglione quando ferma Raffaelli lanciato a rete mentre era sempre nella propria metà campo….ma rispetto a quello di sabato scorso ci si può stare.   

 

Ultimo aggiornamento Sabato 14 Novembre 2009 12:19