Home "Dal Palazzo" PROMOZIONE TURISTICA A CASTIGLIONE DI GARFAGNANA
PROMOZIONE TURISTICA A CASTIGLIONE DI GARFAGNANA PDF Stampa E-mail
Scritto da Ettore Benedetti   
Giovedì 24 Settembre 2009 09:26

Continua l’impegno dell’Amministrazione Comunale di Castiglione Garfagnana nella valorizzazione e  promozione turistica di Castiglione: nel consiglio comunale dell’11 settembre sono state approvate le delibere di adesione all’Associazione Nazionale Città del Castagno e la richiesta di ammissione nel Club dei Borghi Più Belli d’Italia.

 

L’Associazione Nazionale Città del Castagno, la cui sede nazionale è a Castelnuovo di Garfagnana presso la sede della Comunità Montana, raggruppa diversi enti ed organismi (Comunità Montane e Comuni, Consorzi, Cooperative e Associazioni culturali, di tutela e di produttori) nei quali il castagno ed i suoi prodotti rivestono un ruolo di particolare rilevanza per motivi economici (produzione, trasformazione, turismo), culturali, ambientali e paesaggistici.

Castiglione di Garfagnana ha una ricca tradizione castanicola, attualmente su una superficie agro-forestale totale di 2592 ha, la superficie occupata da castagneti è pari a circa 950 ha, di cui circa 100 ha costituiti da castagneti da frutto coltivati e la restante parte risulta incolta ma recuperabile per la produzione da frutto.

La produzione media attuale è di 3500 q.li di castagne fresche, 4 q.li di marroni, 1200 q.li di farina, di rilievo è inoltre la produzione di legname.

La castanicoltura dopo il periodo di crisi della seconda metà del secolo scorso, legato all’abbandono della montagna e delle campagne e a problematiche fitosanitarie, è attualmente in fase di crescita sia per quanto riguarda la superficie coltivata sia per quanto riguarda le produzioni.

Nel territorio del Comune sono presenti il Museo etnografico provinciale “Don Luigi Pellegrini” di San Pellegrino in Alpe, con un importante sezione dedicata al castagno e l’Associazione Castanicoltori della Garfagnana con diversi soci.

A Castiglione si tengono due importanti manifestazioni tematiche, la Rassegna delle Castagne, del Fungo e del Tartufo la seconda domenica di ottobre e la Biennale della farina di neccio nel mese di dicembre.

Nel corso di questi anni sono state inoltre intraprese altre iniziative:

una pubblicazione sul castagno (2005) in collaborazione con il Museo del Castagno di Colognora di Pescaglia;

la richiesta di inserimento del Castagno di Pratofosco nell’elenco regionale degli alberi monumentali, per una sua valorizzazione e salvaguardia (2008);

un annullo filatelico speciale, in occasione della III Rassegna della castagna, del fungo e del tartufo, del 11 ottobre 2009.

 

Il Club de I Borghi più Belli d'Italia è nato nel marzo del 2001, su impulso della Consulta del Turismo dell' Associazione dei Comuni Italiani (ANCI), con l’obiettivo di valorizzare il grande patrimonio di storia, arte, cultura, ambiente e tradizioni presente nei piccoli centri italiani.

Castiglione, con il suo centro storico, i suoi monumenti (rocca, cinta muraria, chiese di San Pietro e di San Michele, palazzi storici, ponte medievale), le sue tradizioni (Festa del Regalo, Processione dei Crocioni) e i suoi paesaggi, ha sicuramente tutti i requisiti per entrare in questa prestigiosa associazione.

La procedura di ammissione prevede, dopo la richiesta deliberata dal Consiglio comunale e l’inoltro dell’istanza, una verifica da parte di una commissione tecnico-scientifica che accerta e valuta la sussistenza dei requisiti. Solo successivamente il borgo può essere inserito nel Club.

Occorre inoltre impegnarsi per migliorare continuamente tali requisiti, in quanto l'ingresso nel Club non ne garantisce la permanenza se non viene riscontrata una volontà, attraverso azioni concrete, di accrescerne le qualità.

L’inserimento nella rete consente una grossa promozione turistica e territoriale, sia attraverso il web sia attraverso pubblicazioni specifiche (aggiornate annualmente) e generiche (riviste di turismo, giornali, ecc.). Inoltre è prevista l’installazione di apposita segnaletica identificativa.

 

Assessore al Turismo, Agricoltura e Ambiente

Ettore Benedetti

il torrione di san michele

 

Ultimo aggiornamento Giovedì 24 Settembre 2009 09:54