Home Tradizioni, Feste&Eventi LA BEFANA: I PEFANOTTI CASTIGLIONESI
LA BEFANA: I PEFANOTTI CASTIGLIONESI PDF Stampa E-mail
Scritto da Vale Fole   
Domenica 11 Gennaio 2009 18:01

Come da tradizione, dal tardo pomeriggio del 5 gennaio, vigilia dell’epifania, Castiglione si è animato di gruppi di “Pefanotti”, uomini e donne travestiti da pastori, che intonando le proprie rime composte per l’occasione e armati chi di strumenti chi di buona voce, si sono aggirati rigorosamente a piedi casa per casa nel paese e dintorni suonando alle porte per cantare la  befana e ricevere un dono, un bicchier di vino e qualcosa da mettere sotto i denti per rifocillarsi. Una serata attesa con trepidazione e carica di fascino e divertimento; passeggiando all’aperto infatti è facile sentire riecheggiare nell’aria la musica e le urla divertite dei befanotti che si aggirano rumorosi portando ovunque passano, allegria e un pizzico di sana follia.   Il lavoro dei “Pefanotti” castiglionesi comincia nelle settimane precedenti, con l’elaborazione del proprio testo della befana che poi viene consegnata all’atto dell’iscrizione del gruppo al concorso “Bonasera la Befana”, organizzato da Pro Loco e Amministrazione di Castiglione. In tarda serata infatti, i gruppi confluiscono nella piazza di Castiglione con ingressi a dir poco trionfali ed esecuzione davanti al pubblico divertito; al termine vengono consegnati dei pacchi dono a tutti i gruppi e proclamato il gruppo vincitore del Trofeo, consistente in una bella targa incisa nel legno che viene conservata dai vincitori fino all’anno successivo. Quattro i gruppi partecipanti: la storica “Befana attempata”, la “Befana senza carbone” dei più piccoli, la “Befana in mutande” e il gruppo “I 151 anni della Pefana”. Quest’anno vincitore è stato il gruppo più giovane, composto da ragazzi e bambini che hanno composto le rime interamente da soli e l’hanno non solo cantata ma anche magistralmente suonata grazie ai più giovani musicanti della banda. Da segnalare l’eccezionale esecuzione della marcia ufficiale delle celebrazioni del 150° della banda di castiglione “Alla Premiata”, ad opera del gruppo “151 anni della Pefana” che ha voluto così omaggiare la Filarmonica... dopo averla ironicamente “canzonata” nel loro testo. La nostra banda ha un ruolo fondamentale anche nella festa della befana: i “suonatori” di befana di tutti i gruppi infatti sono per lo più musicanti della Filarmonica Alpina. Classica conclusione, all’insegna dell’allegria, con una “suonata” collettiva non solo della befana ma delle  tradizionali “Villanella” e “Happy Day”, con il coinvolgimento di tutti i presenti “costretti” a ballare, cantare e “aggiaccarsi” insieme all’allegra carovana di pefanotti.

 

 

 

 

(Foto: Stefano Folegnani e Cristina Giannotti)

 

I testi dei gruppi partecipanti:

LA BEFANA SENZA CARBONE

(Gruppo di bambini e ragazzi fino a 13 anni circa, vincitori del trofeo 2009)

 

La Befana poveretta,

è venuta in carretta,

ha portato ai bimbi buoni,

le ciambelle e i bomboloni.

 

La Befana a Castiglione,

non ha dato del carbone,

perchè i bimbi sono buoni,

ha portato solo doni.

 

Ringraziamento:

 

La Befana vi saluta,

e se a voi vi è piaciuta,

un dolcetto accetteremo.

Quest’altr’anno torneremo!!!!!!!

  

I 151 ANNI DELLA PEFANA

(Gruppo eterogeneo e numerosissimo di appassionati della tradizione e del bicchierotto, composto anche da svariati graditissimi forestieri che ne hanno fatto un appuntamento irrinunciabile,  appena sotto gli attempati...  in termini di età, con due temerari bambini che li hanno seguiti suonando e cantando tutta la sera. Tra i più fantasiosi nell’elaborazione dei testi)

 

O di casa, io impestato,

questo è un anno sventurato,

Senza vin nella cantina,

e le borse son in rovina.

 

La Befana disgraziata,

un ian sono “Alla Premiata”

Tutti i soldi son finiti,

alla banda enno iti.

 

A noialtri befanotti,

vanno ben dei bicchierotti.

Ma levatevi ste ghigne,

l’importante eden le vigne.

 

Ringraziamento:

 

Vi ringrazia la befana,

per averla dissetata.

Torneren senza paura,

per la prossima avventura.

 

 LA BEFANA IN MUTANDE

(Gruppo di giovani fino ai 20 anni circa, capitanati dal fiorentino Michelangelo)

 

La befana si è fidata,

alla banca si è recata,

per avere più quattrini,

per far doni ai suoi bambini.

 

Un bel mutuo le hanno fatto,

con magnifico contratto,

lei ha dato la sua tana,

per avere un pò di grana.

 

Sorridendo le hanno detto:

“sono proprio un bel mucchietto,

non si deve preoccupare,

questi tutti li può usare”!.

 

Or che tutti li ha investiti,

gli interessi son saliti,

alla banca vuol tornare,

no sa più che cosa fare!

 

La befana s’è arrabbiata,

perchè l’hanno derubata....

non le resta che pagare,

o la tana deve dare!

 

La befana, poverina,

è caduta ormai in rovina,

questa crisi è così grande,

da lasciarla in mutande!!!

 

 

LA BEFANA ATTEMPATA (2009)

(il classico ed immancabile gruppo composto dai più longevi musicisti della Filarmonica Alpina)

By Boss

 

O di casa buonasera,

la befana vi saluta,

come al solito è venuta,

sempre bella come l’era.

 

Se ci date del vin bono,

canteremo tutti in coro,

se ci date la bottiglia,

canteremo a meraviglia.

 

Ringraziamento

 

Vi ringrazia la befana,

che l’avete favorita,

Dio vi lasci lunga vita,

buona gente state sana.

 

Si ringrazia la famiglia,

che ci ha accolti a meraviglia,

un’altr’anno torneremo,

e di nuovo canteremo.

Ultimo aggiornamento Giovedì 15 Gennaio 2009 22:54